Mugello grigio per la Scuderia Baldini

In questo fine settimana, la Scuderia Baldini è scesa in pista sul tracciato toscano del Mugello, per quello che è stato il giro di boa della stagione. Dopo la Pole Position di Stefano Gattuso, si era delineata la possibilità di avere la vittoria a portata di mano. Gara 1 è stata caratterizzata dalla Safety Car che è entrata all’undicesimo giro, causa un detrito in pista.

Purtroppo Stefano Gattuso è rientrato con un giro di ritardo, al momento della neutralizzazione la finestra per i cambi era chiusa. Dopo il Pit stop, il volante è passato in mano a Lorenzo Casè che nel finale è stato bravo a rintuzzare Camathias sul Porsche di Orlando. Sotto la bandiera a scacchi un quinto posto. In Gara 2 Lorenzo Casè è scattato dalla quinta posizione, ma al via è saltata la procedura di partenza, la Corvette di Puglisi procedeva lentamente nel giro di formazione per la rottura di un semiasse. Al restart Lorenzo manteneva la posizione, andando a insidiare la Ferrari di Gai. Duello che si è protratto a lungo, c’è stato anche un piccolo contatto. Al cambio pilota Gattuso prende il volante della 458 Italia, imponendo un ritmo sostenuto. Nel finale di gara Gattuso inizia a pressare la McLaren di Francioni, insidiando il pilota toscano nella zona delle arrabbiate. Per lui un testacoda a 360° e l’immediata ripartenza, arrivando in sesta posizione sotto la bandiera a scacchi. In classifica generale, Casè-Gattuso sono in seconda posizione a un punto di distacco dalla vetta La stagione va in “ferie” e ritornerà a Settembre sul tracciato romano del Piero Taruffi.

Fabio Baldini: "Sono ripartito dal Mugello di cattivo umore. Ci sono stati episodi che hanno caratterizzato in negativo tutto il weekend. Sono contento per la Pole Position di Stefano e proprio questo dato, dimostra che avevamo la potenzialità per vincere gara 1, nonostante il BOP. Purtroppo l’ingresso della Safety Car è stato letale, Stefano non è potuto rientrare per la finestra ancora chiusa. Comunque nonostante la lunga pausa continueremo a lavorare, per presentarci al meglio nella gara di casa".

Lorenzo Casè: "Weekend scarso di soddisfazioni, la Safety Car in gara 1 ci ha tolto la possibilità di vincere la gara e allungare in classifica. Sono scontento del BOP, a questo punto comincia a diventare una questione di sicurezza, altri 10 kg che hanno portato le Ferrari sull’ordine dei 1.305 kg e la flangia da 41 mm. Tale peso si ripercuote su tutta la vettura e sugli pneumatici, non esiste un BOP del genere in nessun campionato, dove la GT3 è presente. BOP a parte è il momento delle vacanze, cercherò di ricaricare le batterie, per presentarmi al meglio a Vallelunga".

Stefano Gattuso: "Al Mugello è stato veramente caldo. Sono felice per la Pole Position, la macchina andava bene. Il peso si fa sentire, qui in particolare abbiamo “caricato” altri 10 kg. In gara 1 la Safety Car è entrata nel momento in cui la finestra era chiusa, per questo motivo sono entrato in ritardo. La vittoria era alla nostra portata. In gara due ho tentato di passare Francioni in Zona Arrabbiate ma sono andato in testacoda, fortunatamente sono riuscito a ripartire immediatamente. Adesso un po’ di vacanza e la preparazione per Vallelunga".