Un problema elettrico rallenta la Ferrari #63 alla 12 Ore di Sebring

E’ tempo di bilanci per Lorenzo Casè dopo la seconda tappa americana nel TUDOR United SportsCar Championship. Teatro del secondo round ancora la Florida e in questo casa la prestigiosa 12 Ore di Sebring.

Dopo le quattro sessioni di prove libere, la vettura #63 della Scuderia Corsa ha disputato la sessione di qualifica siglando il quinto tempo di 2:04.460 con Alessandro Balzan. Una qualifica veramente tirata, la lotta si è protratta fino all’ultimo secondo e a conferma di questo, cinque equipaggi in due decimi. In quest’occasione si è aggiunto, come quarto pilota il canadese Kyle Marcelli. Un ottimo equipaggio che nelle prime otto ore di gara è stato costantemente in lotta per la leadership della Classe GTD. Purtroppo un problema elettrico ha rallentato la vettura #63 che è stata classificata in 18a posizione.

Lorenzo: "Nonostante l’assenza dei test, mi sono trovato a mio agio a Sebring, un altro sogno che si avvera. Correre qui in America è qualcosa d’incredibile. La concorrenza è stata molto agguerrita e a dimostrazione di questo abbiamo avuto una qualifica tiratissima, cinque macchine in due decimi. Il nostro passo gara era soddisfacente e per le prime otto ore eravamo lì a lottare per la vittoria. Un problema elettrico ci ha tolto ogni velleità dell’alloro. Chiaramente sono un po’ demoralizzato ma ho tutte le certezze del caso che c’è la possibilità di fare bene e la sfortuna non avrà la meglio. Ringrazio Giacomo Mattioli, Scuderia Corsa e tutto il Team.  Un ringraziamento particolare ad Amteco, iFast Motorsport Management e Adler Plastic".